Le Funicolari

 ATB gestisce due funicolari:brochure funicolare

• La funicolare che collega la Città Bassa con la Città Alta,

• e la funicolare che collega la Città Alta con il Colle di San Vigilio.

Si tratta di due linee che usufruiscono complessivamente di 3 vetture. Annualmente vengono percorsi quasi 40.000 km per un totale di 2.100.000 viaggiatori trasportati.

Per conoscere gli orari del servizio vai a Linee e Orari.

Per conoscere la storia delle funicolari e scoprire nuovi itinerari suggestivi per la tua giornata in Città Alta, scarica la brochure.

Funicolari di Cittàfunicolare

La prima funicolare di collegamento dalla Città Bassa alla Città Alta, con impianto di tipo tradizionale con due vetture a va e vieni, fu costruita nel 1887 su progetto dell’ing. emiliano Alessandro Ferretti che esercitò la linea fino al 1906 quando fu rilevata da AMFTE, ora ATB. Nel 1917 si deliberò la trasformazione completa della funicolare per aumentarne la capacità di trasporto e ridurre al minimo le sospensioni di servizio. L’impianto originario assunse nella nuova versione dell’ing. Zaretti, costruita dalla Stigler Otis, le caratteristiche di due impianti di ascensori su piano inclinato mossi da due argani indipendenti. Tra il 1920 e il 1921 le vecchie vetture furono sostituite da un nuovo modello realizzato dalla Stigler e le due stazioni di Bergamo Bassa e Bergamo Alta vennero ammodernate. Altri interventi furono necessari nel 1954 e nel 1963-64 con l’installazione di due nuove vetture panoramiche. L’ultimo restauro avvenne nel 1987, ad un secolo dalla prima corsa, quando la funicolare assunse l’aspetto attuale. Nel 2008 è stata effettuata la revisione generale dell’impianto con la completa sostituzione dell’automazione.

Caratteristiche: lunghezza linea: destra m. 240; sinistra m. 234; dislivello m. 85 (da m. 271 a m. 356); pendenza: massima 52%; due carrozze da 50 posti ciascuna.

funicolare s viglioFunicolare di San Vigilio

Entrò in funzione il 27 agosto 1912. La parte meccanica venne costruita dalla Société des Usines L. de Roll di Berna, mentre le due carrozze, della portata di 32 persone ciascuna, furono realizzate dalla bergamasca Fervet.
Dopo aver funzionato per oltre mezzo secolo, nel 1976 il servizio venne sospeso essendo scaduta la concessione governativa e mancando ormai i requisiti di sicurezza. Nel 1984 la Commissione amministratrice dell'Azienda decise di predisporre un progetto di radicale trasformazione. I lavori di rinnovo della linea furono avviati nel 1987 e alla ditta Ceretti Tanfani di Milano fu affidata la costruzione dell'impianto. Il servizio riprese nel 1991.

Caratteristiche: lunghezza linea: m.630; dislivello: m. 90 (da m. 369 a m. 459);  pendenza: minima 10%, massima 22%; una carrozza con 55 posti.

 

 


Galleria Fotografica